Agenzia Guanti&Caucci

Via Torre Verde, 21
38122  –  Trento  (TN)
Tel. (+39) 0461 983780
Fax (+39) 0461 237499

Email: trento3@ageallianz.it

Il nostro team

Nicola Guanti: vai al profilo

Enrico Caucci: vai al profilo

Bruno Guanti: vai al profilo

Roberta Bernabò: vai al profilo

Alessandra Guanti: vai al profilo

Monica Guanti: vai al profilo

Denis Tkachenko Arturovich: vai al profilo

Raffaele Alvino: vai al profilo

Stefania Paracampo: vai al profilo

Federico Tomasi: vai al profilo

Christian Zimmermann: vai al profilo

Matteo Falagiarda: vai al profilo

Scrivici!

    Name
    Email
    Subject
    Message

    Italia paese magnifico!

    Italia paese magnifico!

    Buongiorno,
    anche e soprattutto da casa cerco di fare un riassunto di quanto successo nella settimana appena conclusa.
    Direi di tutto e di più e su tutti i versanti…. Penso che questo 2020 bisestile sarà difficile da dimenticare…

     Apro con poche righe sull’Italia girate sui Social e che mi sono piaciute parecchio e che vi invito a rileggere anche se le avete già lette (per fissare bene il concetto….)…

     «L’Italia è come quella tipa che ha più talento di tutti…»
    L’Italia è come quella tipa che ha più talento di tutti, e’ come quella che le altre se le mangia, perché è nata bella, più bella di tutte e le altre le asfalta.
    L’ Italia è come quella più ingegnosa, che ha le mani di una fata, che si inventa mille cose, perché è piena di risorse.
    Sa discutere di storia, di mare, di montagne, sa di cibo, di buon vino, di dialetti, di pittori, di scultori, di scrittori, di eccellenze nella scienza, non c’è niente che non sa.
    E quando questa tipa bella e talentuosa inciampa e cade, la platea delle sfigate esulta.
    È la rabbia delle poverine ingelosite, quelle al buio, perché lei è comunque bella anche quando cade a terra.
    Ma l’Italia è una tipa con stivale tacco 12, ovviamente Made in Italy, che nessuna sa portare meglio di lei… solo il tempo di rialzarsi.


    NOTIZIE POSITIVE
    – In tre mesi pubblicati 174 studi da 700 ricercatori su Coronavirus (nel 2003 per la SARS in un anno pubblicata la metà degli articoli… la ricerca e la scienza procedono bene…). Ci sono in corso 80 test clinici su cure per il coronavirus…
    – L’OMS ha dichiarato la pandemia… almeno adesso lo sappiamo e possiamo stare a casa tranquilli…
    – L’Italia è chiusa…. In casa (non proprio tutti tutti ma la grande maggioranza..) e questo sicuramente aiuterà nel contenimento e gestione dell’emergenza sanitaria
    – La Cina ci ha inviato un aereo carico di: mascherine (100.000 mascherine ad alta protezione + 2mln di mascherine ospedaliere), respiratori polmonari (1.000), tamponi (50.000), materiale sanitario monouso (tute, mascherine, guanti per il personale sanitario) ed un equipe 9 esperi. I nove esperti,  capitanati dal Vicepresidente della Croce Rossa cinese, Yang Huichuan, e da Liang Zongan, illustre professore di rianimazione cardiopolmonare, sono rianimatori, pediatri, infermieri e figure che hanno gestito l’emergenza Coronavirus in Cina. “Curioso che nel giorno in cui la Bce affonda l’Italia e i partner europei latitano, ci tocca ringraziare la Cina.”
    – Maxi mossa della Fed: Tassi a zero (0,00%/0,25%) e acquisto titoli per 700 miliardi…. (a differenza di Madame Lagarde, che ha dimostrato inadeguatezza nelle parole e inappropriatezza con un intervento esiguo se non risibile, l’America dimostra tutta la sua forza e volontà…)

    NOTIZIE MENO POSITIVE
    – Settimana difficile per le borse mondiali che ci hanno mostrato scostamenti “day by day” anche di 10 punti in balia di pesanti vendite guidate dalla paura e dall’immobilismo generale alla situazione di emergenza sanitaria
    – Giovedì 12 marzo Borsa Italiana perde quasi il 17% (40% nel giro di un mese) e segna il peggior ribasso della storia (fortunatamente il giorno seguente alza la testa e recupera un +7% toccando in giornata punte al di sopra dei 17 punti percentuali realizzati il giorno prima… Per darvi un’idea Unicredit capitalizza al 50% del suo valore da inizio anno…. Intesa al 63%….)
    – L’Europa e la BCE ci ha detto tra le righe (ma neanche troppo….) che ci dobbiamo arrangiare e gestire con i fondi che abbiamo (o poco più… ci “consentono” uno scostamento di bilancio ma entro quanto definito come massimo disavanzo in situazioni normali…. Faremo con quello che abbiamo e faremo anche bene!).
    – Mentre in tutta Europa arriva l’acqua alla gola e iniziano a prendere misure di contenimento simili a quelle Italiane (smettendo quindi di ridere del nostro allarmismo….) come hanno pensato di gestire la situazione in Inghilterra? “Molte famiglie perderanno i loro cari”. Boris Johnson semplifica così la linea del governo inglese: non fare nulla ed aspettare. Ma cosa? L’idea degli scienziati che circondano il premier inglese è quella di aspettare che maturi l’immunità di gregge nella popolazione. Il concetto, rispolverato da una enciclopedia di medicina del 1800, è quello che un gran numero di persone siano immunizzate contro l’epidemia e che questi facciano poi da scudo alla diffusione del virus. Concetto valido… se esistesse un vaccino al Coronavirus!
    – Anche l’Oro (bene rifugio per antonomasia) affronta la peggior settimana da 37 anni a questa parte ed il Palladio perde il 30%… Nei momenti più bui e di cieca paura c’è chi si vende anche i gioielli di famiglia…. Per mettere i soldi su un conto corrente? Mah….
    – In tutto questo il petrolio perde il 30% ma il Coronavirus non c’entra (l’Arabia Saudita ha dichiarato una vera e propria guerra dei prezzi dopo che i russi si erano opposti ai tagli produttivi chiesto proprio dai sauditi per sostenere i prezzi. La risposta di Riyadh è stata una rappresaglia, con l’annuncio di un ribasso unilaterale dei prezzi.).

    Prima di chiudere torno a parlare di strumenti finanziari; l’altra cosa che queste settimane di stanno facendo vedere è, pur in un contesto difficile caratterizzato da un’estrema volatilità, il valore della diversificazione e il valore dell’investimento in strumenti di investimento collettivi (Fondi e Sicav). Se è vero che tutti i mercati hanno perso è altrettanto vero che alcuni strumenti hanno esposto i risparmiatori che li avevano sottoscritti a perdite anche superiori perché non avevamo il beneficio della diversificazione, erano costruiti con strutture complesse e – alla prova dei fatti – pericolose; inoltre tali strumenti replicano passivamente il mercato (spesso titoli singoli) non avendo quindi alcuna possibilità di vedere mitigata la perdita in seguito ad un riposizionamento del portafoglio da parte del gestore. Stesso discorso vale per le famose criptovalute (tanto di moda recentemente…).

    In periodi come questi hanno gioco facile le offerte (subito ritornate su tutti i mezzi di comunicazione) di conti deposito vincolati all’1/1,5%. E’ chiaro che, in un momento in cui tutto sembra andare a remengo, un conto deposito all’1,5% sembra un porto sicuro. A parte il fatto di andare sempre a vedere solidità dell’Istituto che lo promette e del business che lo sostiene: si, perché se io penso all’Apocalisse sui mercati, chi mi dice che quella tal banca che promette tali rendimenti sarà ancora in piedi tra un anno ed in grado di adempiere ai propri obblighi, cioè ritornarmi il capitale + interessi? E quale attività sottostante le permetterà di remunerare un c/c a tassi fuori mercato (tasso BCE – 0,50%)? Alcune di queste realtà – è risaputo – operano del segmento dei Non performing Lonas (legggi i famosi “crediti incagliati”), in un’ipotesi ormai praticamente cera di recessione economica, quale sarà l’evoluzione di tale business? La risposta è sempre la stessa : NON CI SONO PASTI GRATIS.
    Torniamo al punto : se guardo a domani mattina l’1,5% è un ottimo tasso; ma se imagino una ripresa – dopo la risoluzione del problema sanitario – e allungo lo sguardo a 3/5 anni forse posso immaginare un recupero dei mercati (in quel caso ben più consistente dell’1,5%).

    “ NON TUTTE LE TEMPESTE ARRIVANO PER DISTRUGGERTI LA VITA. ALCUNE ARRIVANO PER PULIRE IL TUO CAMMINO” Lucio Anneo Seneca  

    Con la speranza di avere fatto cosa gradita rimango a completa disposizione per ogni necessità, chiarimento o anche solo per fare due parole e svagarsi 5 minuti dalla quarantena ai miei riferimenti in firma.
    Saluti e buon inizio settimana

    ×

    Ti serve aiuto?

    Fai clic sull'icona con il logo della nostra agenzia per chattare su WhatsApp o inviaci un'email a info@allianzstoretrento.it

    × Come possiamo aiutarti?