Agenzia Guanti&Caucci

Via Torre Verde, 21
38122  –  Trento  (TN)
Tel. (+39) 0461 983780
Fax (+39) 0461 237499

Email: trento3@ageallianz.it

Il nostro team

Nicola Guanti: vai al profilo

Enrico Caucci: vai al profilo

Bruno Guanti: vai al profilo

Roberta Bernabò: vai al profilo

Alessandra Guanti: vai al profilo

Monica Guanti: vai al profilo

Denis Tkachenko Arturovich: vai al profilo

Raffaele Alvino: vai al profilo

Stefania Paracampo: vai al profilo

Federico Tomasi: vai al profilo

Christian Zimmermann: vai al profilo

Matteo Falagiarda: vai al profilo

Scrivici!

    Name
    Email
    Subject
    Message

    Alzatevi in piedi…. guardate oltre

    Alzatevi in piedi…. guardate oltre

    Buongiorno,

    questa settimana apro con una frase di Mark Twain che ritengo molto appropriata al momento che stiamo vivendo: “..il coraggio è resistenza alla paura e dominio della paura, ma non assenza di paura…”.

     

    Uno dei momenti cruciali della storia dell’evoluzione umana è quello rappresentato dal passaggio dalla deambulazione a quattro zampe alla posizione eretta: l’uomo, fino ad allora un animale a quattro zampe, diventa bipede. Il primo ominide che assume la postura eretta è Lucy, una giovane Australopithecus afarensis ritrovato ad Afar, in Etiopia.

     

    E’ un passaggio fondamentale in quanto porta due vantaggi competitivi importantissimi: primo, camminando in posizione eretta le mani sono libere, permettendo quindi a questi ominidi di fabbricare i primi, rudimentali, utensili di pietra e di raccogliere cibo mentre cammina.

     

    Secondo, il passaggio alla postura eretta consente di avere una viusale molto più ampia rispetto alla visione limitata costretta dalla deambulazione quadrupede ed è fondamentale per poter avvistare i pericoli e le prede nella savana africana; quello che potrebbe apparire un aspetto marginale è invece fondamentale nella storia dell’evoluzione umana.

     

    Oggi, per alcuni aspetti, è come se la situazione che stiamo vivendo a causa dell’epidemia del coronavisrus e dei suoi effetti sui mercati finanziari ci avesse portato a 3.2 mlilioni di anni fa: siamo tornati quadrupedi, la nostra visuale si è ristretta e vediamo solo ciò che è immediatamente davanti a noi, abbiamo perso quella prospettiva che ci permetterebbe di vedere le opportunità che sono un po’ più lontane nello spazio, nel nostro caso uno spazio temporale più che fisico.

     

    Dobbiamo recuperare la postura eretta: alzare lo sguardo dalla visione di breve termine dovuta alla situazione contingente e proiettarci nel medio-lungo periodo, riusciremo così a intravedere quelle opportunità che oggi non riusciamo a visualizzare (ma che a breve, 4/6 mesi, potrebbe essersi diradata la nebbia ed essere tutto molto più chiaro e lampante…).

     

    Stiamo attraversando un momento complesso, ma solo avendo fiducia nel futuro troveremo le energie, fisiche e mentali, per superare questo momento. La piccola Lucy, era alta solo 1 metro e 7 centimetri) e i suoi compagni si alzarono in piedi e iniziarono il loro cammino nel futuro che li ha portati fino a noi…

     

    Cosa ci hanno insegnato le ultime due settimane?

     

    In prima battuta che cercare di prevedere il futuro è un’operazione sempre difficile: nessuno, ancora a metà febbraio, poteva immaginare che l’epidemia – scoppiata in Cina, potesse arrivare in Europa e nel resto del mondo in maniera così veloce e virulenta.

     

    Altra considerazione, la velocità con cui la puara del contagio si è trasformata in paura e poi panico sui mercati finanziari; i tanti anni di politiche monetarie accomodanti hanno modificato le aspettative degli investitori riguardo le oscillazioni dei mercati; le hanno anestetizzate a dire il vero, è passata la convinzione che sui mercati non potesse più arrivare la volatilità – estrema – vista a marzo.

     

    Ultima considerazione (ma sicuramente non per importanza…), nonostante in quei giorni scendesse tutto, è stata confermata la teoria per cui rimanere investiti è meglio che fare dentro e fuori dai mercati perchè  migliori rialzi spesso seguono proprio le giornate più negative In allegato tabella riepilogativa della situazione odierna e dei massimi e minimi storici.

     

    Alzatevi in piedi…. guardate oltre…. mettete da parte paura e senso di disorientamento e guardate al mondo e alla direzione in cui sta andando senza guardare in faccia a nessuno soprattutto al coronavirus…. 

    Nessuno credeva che la piccola Lucy si sarebbe alzata in piedi eppure ci è riuscita e ha cambiato il mondo arrivando ai giorni nostri superando chissà quante pandemie (con buona approssimazione peggio del coronavirus….).

     

    Chiudo con una frase di Peter Lynch (Found Manager e Investitore americano) : “i prossimi 1.000 punti di oscillazione del Dow Jones potrebbero essere al rialzo o al ribasso, ma se mi domandate come saranno i prossimi 10.000 allora saranno solo al rialzo”.

     

    A presto… è sia una promessa che una minaccia!

    Preparatevi….

    Matteo Falagiarda

    ×

    Ti serve aiuto?

    Fai clic sull'icona con il logo della nostra agenzia per chattare su WhatsApp o inviaci un'email a info@allianzstoretrento.it

    × Come possiamo aiutarti?