Agenzia Guanti&Caucci

Via Torre Verde, 21
38122  –  Trento  (TN)
Tel. (+39) 0461 983780
Fax (+39) 0461 237499

Email: trento3@ageallianz.it

Il nostro team

Nicola Guanti: vai al profilo

Enrico Caucci: vai al profilo

Bruno Guanti: vai al profilo

Roberta Bernabò: vai al profilo

Alessandra Guanti: vai al profilo

Monica Guanti: vai al profilo

Denis Tkachenko Arturovich: vai al profilo

Raffaele Alvino: vai al profilo

Stefania Paracampo: vai al profilo

Federico Tomasi: vai al profilo

Christian Zimmermann: vai al profilo

Matteo Falagiarda: vai al profilo

Scrivici!

    Name
    Email
    Subject
    Message

    Old but Gold

    Old but Gold

    Buongiorno investitore,
    la frase con cui inizio la settimana è tratta da un film che è stato considerato come un vero e proprio compendio filosofico e ha rivoluzionato il cinema sia per gli effetti speciali che per i contenuti proposti: The Matrix.
     
    “…Prima o poi capirai che una cosa è conoscere il sentiero giusto, un’altra è imboccarlo…”.
     
    Perchè si parla tanto di diversificazione di prodotto quanto di orizzonte temporale? Semplicemente perchè il contesto di mercato è talmente articolato e, se vogliamo, ingarbugliato che “possiamo sbagliarci”.
     
    L’asset allocation è la miglior protezione contro i nostri errori e l’orizzonte temporale è sia il “capitale garantito” che la liquidità immediatamente disponibile. Proteggerci è fondamentale, all’interno di un ambiente (i mercati) che ci espone a Bias, distorsioni comportamentali, molto forti. E la guida di un professionista che possa disporre dei migliori e più performanti prodotti del mercato è l’assicurazione al raggiungimento dei nostri obiettivi.
     
    Questa settimana mi sento in dovere di dire “anche” la mia a quanto accaduto al “povero” Antonio Conte. Premetto che non seguo il calcio e non sono tra quelli che dicono che calciatori e allenatori, guadagnano troppo,  pertanto sono dispiaciuto per quanto accaduto.
    Nessuno dovrebbe gioire per le disgrazie altrui; certo non posso fare a meno di pensare che servirebbe maggiore attenzione prima di affidare i propri soldi (30 milioni di euro….?!?!?!?!?) ad un intermediario qualsiasi.
     
    Anche stavolta questo dovrebbe servirci da lezione: invece di leggere le stranote prediche sui rischi delle azioni da parte di persone che non capiscono nulla di investimenti (leggi l’intervista dell’altro allenatore Roberto Mancini) bisognerebbe prestare grande attenzione alla scelta del proprio consulente ma ancora di più dell’intermediario per cui lavora (Conte si è fidato della Kidman Asset Management… società neocostituita con capitale sociale di 1,00£…. Il cui sito internet penso abbia richiesto meno di mezza giornata di lavoro…. lo avete visto?!?!?!??! Dategli o un’occhiata… Siate curiosi di capire…. http://www.kidmanassetmanagement.com/).
     
    Quello che hanno promesso a Conte è quello che tutti vorrebbero…. Rendimenti a doppia cifra e sicurezza dei risultati…. Se ci aggiungiamo anche commissioni e costi bassissimi abbiamo la panacea di tutti i mali…. Nel 2020 volete veramente ancora credere che sia possibile?
    Non scherziamo…. Non mi stancherò mai di ripeterlo, 3/4 dei governi europei emettono obbligazioni con rendimenti negativi (il mercato paga per farsi tenere i soldi…. avete capito bene…) e di conseguenza la ricerca di valore e rendimento non è ne facile ne scontata, ma esiste e ci sono investitori che regolarmente guadagnano. Come? Semplicemente con metodo, i prodotti giusti ed una persona che li accompagni in questo percorso.
     
     
    Questa settimana vi parlo del metallo che da secoli identifica la ricchezza: L’ORO.
     
    Un ETC è uno strumento che replica fedelmente l’andamento di un indice, si caratterizza per avere costi di gestione bassissimi (non c’è gestione attiva…. c’è solo da replicare/seguire/copiare…) mentre una SICAV o un Fondo hanno costi di gestione ben diversi in quanto devono spesare al loro interno una squadra di analisti che per tutto il giorno leggono bilanci e notizie delle aziende in cui investono o investiranno muovendo attivamente il portafoglio… Nonostante i detrattori della gestione attiva ed i più sfegatati supporter degli indici Alfa e Beta, nel caso dell’oro i rendimenti della gestione passiva vs quella attiva sono ben diversi contro ogni aspettativa (per loro….).
     
    Nell’articolo in allegato si può vedere come l’oro stia tornando ad essere strategico nella costruzione di un portafoglio e che, un ETC con spese mediamente dello 0,4%,  ha conseguito un rendimento del 22,22% mentre, nello stesso periodo, una Sicav (ad esempio la mia preferita BlackRock World Gold) a fronte di spese apparentemente “mastodontiche”, pari al 2,57%, porta ad un rendimento per l’investitore del 38,84% (rendimenti già al netto dei costi).
     
    Quindi sostanzialmente, in questo caso, costa poco ma rende poco è un esempio calzante? Beh… Direi di si e anche considerando che quel delta di risultato sia stato generato anche “difendendo” quando c’era da difendere e non solo seguendo pedissequamente il mercato.
     
    Vorreste inserire dell’oro nel vostro portafoglio? Beh con Blackrock lo si può fare anche attraverso un piano di accumulo a partire da 100,00€ al mese…. Quasi come le televendite!
     
    La società per cui lavoro è Rating AA dal 2007 ad oggi ed ha a catalogo più di 2.700 prodotti delle maggiori e più blasonate società di investimento dell’intero pianeta. Se il vostro portafoglio ha reso poco o niente negli ultimi 3 anni e tutti i prodotti che vi hanno venduto sono marchiati come “della casa” chiamatemi, sarà per me un piacere farvi un’analisi gratuita (che vi consegnerò con tutti i riferimenti….) e un’idea di come sarebbero dovute andare le cose investendo in prodotti “senza conflitto d’interesse”.
     
    Buona settimana e buon lavoro
    A presto!
    Matteo Falagiarda
    ×

    Ti serve aiuto?

    Fai clic sull'icona con il logo della nostra agenzia per chattare su WhatsApp o inviaci un'email a info@allianzstoretrento.it

    × Come possiamo aiutarti?