Agenzia Guanti&Caucci

Via Torre Verde, 21
38122  –  Trento  (TN)
Tel. (+39) 0461 983780
Fax (+39) 0461 237499

Email: trento3@ageallianz.it

Il nostro team

Nicola Guanti: vai al profilo

Enrico Caucci: vai al profilo

Bruno Guanti: vai al profilo

Roberta Bernabò: vai al profilo

Alessandra Guanti: vai al profilo

Monica Guanti: vai al profilo

Denis Tkachenko Arturovich: vai al profilo

Raffaele Alvino: vai al profilo

Stefania Paracampo: vai al profilo

Federico Tomasi: vai al profilo

Christian Zimmermann: vai al profilo

Matteo Falagiarda: vai al profilo

Scrivici!

    Name
    Email
    Subject
    Message

    Il mondo cresce e si evolve

    Il mondo cresce e si evolve

    Buongiorno,

    all’inizio di un’altra settimana cruciale di questo famigerato e stupefacente “pandemic-2020” mi ricollego alla frase citata la settimana scorsa : “….il momento migliore per puntare un albero è 20 anni fa. Il secondo momento migliore è ADESSO!!!!….” (Confucio).
     
    Perchè investire nell’hi-tech?
     
    I primi telefoni “portatili” sono usciti nel 1984. Motorola DynaTAC. Un mattone da 4.000$. 30 minuti di batteria, poi tanti saluti.
    Oggi, 2020, IPhone ultra-sottile, con connessione internet, fotocamera altamente qualitativa, design accattivante, e processore di ultima generazione.
     
    Il mondo cresce e si evolve.
     
    Non investire significa restare, nel 2020, con in mano il Motorola DynaTAC da 30 minuti di batteria ed il peso di un mattone. Questo vuol dire non partecipare all’evoluzione e scegliere di restarne fuori.
    Il fatto è, che noi decidiamo o meno di partecipare al mercato e allo sviluppo mondiale, questo, questo andrà avanti ugualmente, con o senza il nostro appoggio.
    Certo evoluzione ha le sue fasi, il percorso non è lineare. Lo stesso sarà per il nostro portafoglio d’investimento.
     
    Il tutto sta nel saper pazientare e superare l’inverno (i cosiddetti “stress-test a cui si rifà la finanza comportamentale).
    L’alternativa, è restare con in mano il Motorola DynaTAC.
     
     
    Cos’è successo giovedì 27 agosto 2020 alle azioni di Apple e Tesla?
    Veleggiavano rispettivamente a 500$ e 2.200$. Apple ha deciso di dividere ogni azione in quattro, Tesla in cinque (tecnicamente 4-1 e 5-1).
     
    Perchè le società fanno degli split azionari? Nulla nella teoria dell’ipotesi dei mercati efficienti suggerisce che vi sia un vantaggio in un frazionamento azionario!
     
    Quando si verificano degli spalti sulle azioni, agli investitori vengono semplicemente emesse nuove azioni in rapporto alle loro precedenti partecipazioni, il che significa che gli split non hanno alcun impatto fondamentale sulle valutazioni aziendali – la capitalizzazione di mercato originale viene semplicemente distribuita su un numero maggiore di azioni. Apple e Tesla hanno aumentato il loro valore (per poi capitolare sulla coda della settimana…) grazie all’aumento dei volumi al dettaglio proprio per il loro prezzo unitario più contenuto.
     
    Facendo apparire le singole azioni più accessibili agli investitori al dettaglio, le aziende possono effettivamente aumentare il prezzo delle loro azioni.
     
    Molti investitori Retail acquistano azioni che sembrano a buon mercato in termini nominali, piuttosto rispetto a multipli degli utili della società: la riduzione del prezzo delle azioni principali può effettivamente incoraggiare un’offerta più forte da parte degli investitori retail.
     
    In definitiva, non c’è motivo per cui le azioni dovrebbero rivalutarsi a seguito di split azionari, ma la crescente importanza dell’investitore retail nei mercati azionari è tale per cui dovremmo continuare ad assistere a questo fenomeno anche nel prossimo futuro.
     
    Anche in questo caso la finanza comportamentale e la psicologia dell’investitore gioca un ruolo da protagonista nelle scelte e nei risultati di un portafoglio, affidarsi ad un consulente finanziario è anche e soprattutto cercare di seguire un metodo di investimento superando la propria emotività (che è quasi sempre cattiva consigliera…..).
     
    Ma se lo split è un modo per far sembrare più appetibile un’azione…. Per farle percepire più solide quando sono in caduta libera cosa si fa? Semplice… un accorpamento come è successo per le azioni UNICREDIT a gennaio 2017. Sono state oggetto di accorpamento 10 a 1 (avete letto bene…. dieci azioni sono diventate una) per riportare il prezzo di dieci azioni alla valorizzazione di 1 di pochi anni prima…. Meditate…. Se fosse successo nel film Amici Miei si tratterebbe di una “super cazzala”. 
     
     
    Sapete quanti prodotti finanziari incentrati sull’hi-tech abbiamo in collocamento? Più di 20 singoli prodotti distribuiti dalle principali case di investimento a livello mondiale.
    E se vogliamo parlare di numeri? Il ritorno medio per l’investitore a 5 anni di prodotti sull’hi-tech è stato annualmente del 20% e da inizio anno hanno registrato guadagni oltre il 30%.
     
     
    Se vuoi avere un approfondimento, un momento di confronto o solo qualche informazione in più? Chiamami o rispondimi!
    Sono a disposizione anche solo per fare due chiacchiere in videoconferenza.
     
    A presto!
    Buona settimana e buon lavoro
    Matteo
    ×

    Ti serve aiuto?

    Fai clic sull'icona con il logo della nostra agenzia per chattare su WhatsApp o inviaci un'email a info@allianzstoretrento.it

    × Come possiamo aiutarti?